Perchè scegliere un tipo di alimentazione alternativo per la vostra auto?

Sono diversi i motivi che possono fare scegliere un tipo di alimentazione piuttosto che un'altro, il nostro consiglio di fronte a questa scelta è quello di non avere fretta e di non ascoltare le solite "chiacchiere da bar" sul fatto che sia meglio il GPL o il Metano.

Prima di effettuare tale scelta suggeriamo di prendere in considerazione alcuni elementi e abitudini della vita quotidiana.

Normalmente il nostro suggerimento è di vagliare il percorso che farete con la vostra auto mediamente:

  1. ad esempio se nel tragitto ci sono stazioni di servizio con erogazione di GPL e/o Metano
  2. le distanze medie percorse giornalmente
  3. l'uso del baule
  4. il parcamento dell'auto a casa o al lavoro

Cominciamo con la prima risposta, le stazioni che erogano gas sono in numero minore di quelle che erogano carburanti liquidi, quindi dover fare molti chilometri per effettuare il rifornimento diventa controproducente sia in termnini economici che in termini di dispendio di tempo

 

Le distanze medie percorse si rifanno al fatto che il gas offre un'autonomia minore del rifornimento di benzina o diesel mediamente un'auto trasformata in aftermarket ha un'autonomia che và dai 350 ai 600 km per il GPL, e tra i 250 e i 350 km per il metano

 

Il baule viene impegnato per il 50% nel caso del Metano mentre per il GPL è possibile sfruttare il vano ruota di scorta mantenendo tutto libero

 

Le auto a GPL possono parcheggiare nei garage sopraelevati, a piano terra, nel primo piano interrato (anche nei box auto) e possono anche essere imbarcate.

 

Le auto a Metano non hanno nessuna limitazione per quanto riguarda i parcheggi